L'eccellenza italiana
dal campo alla forchetta.
In un unico luogo racchiudiamo:

  • La cultura del cibo di alta qualità
  • La bellezza della biodiversità del settore agroalimentare italiano
  • I saperi di chi da sempre lavora per l’eccellenza enogastronomica del nostro Paese

Il progetto

FICO Eataly World sarà la struttura di riferimento per la divulgazione e la conoscenza dell'agroalimentare. FICO sarà il luogo di incontro per tutti coloro che amano il cibo e che vogliono conoscerne i segreti e la tradizione. 
stiamo già lavorando per
 
80.000
mq di parco tematico
 
6.000.000
visitatori all'anno
 
100.000
studenti coinvolti
 
43.750
pannelli fotovoltaici

All'interno di FICO

10 Aule didattiche
40 Laboratori di trasformazione della materia prima
4.000 mq di centro congressi
7.300 mq di ristoranti
9.800 mq di botteghe e mercati
10.000 mq di campi dimostrativi
e allevamenti

La visione

Vogliamo raccontare al Mondo l'eccellenza enogastronomica e la bellezza del settore agroalimentare italiano, racchiudendo in un’unica casa la tradizione locale, la cultura del cibo di alta qualità e le competenze delle persone che da sempre lavorano nelle filiere agroalimentari.

Questo luogo unico avrà un nome, FICO, e un cognome, Eataly World. Avrà una casa, il CAAB di Bologna.

Sarà una Fabbrica Italiana Contadina. Un luogo di produzione di valori, prima che di prodotti. Italiano, dal seme all’espressione compiuta. Infine contadino, inteso come pratico, pienamente connesso alla terra. Perché la poesia ha inizio proprio lì, nell’unicità del nostro territorio e del nostro clima, e nelle mani sapienti di chi, i prodotti di madre natura, sa curarli, trasformarli e cucinarli, meglio di chiunque altro al mondo.

FICO Eataly World sarà un luogo di educazione alimentare e ambientale, che fornirà a bambini e giovani di tutto il mondo l’opportunità di conoscere l'immenso patrimonio della nostra nazione, facendosi ambasciatore della storia e della cultura italiana agroalimentare. Un luogo di studio e di esperienza diretta, in cui poter toccare con mano ogni singola fase della filiera produttiva.

Accoglieremo centinaia di piccole e medie imprese italiane di alta qualità che mostreranno in diretta la loro arte manifatturiera. Saremo eco dei loro racconti; dei mestieri, della passione, del genio.

FICO Eataly World sarà un luogo immenso e gioioso, dove le meraviglie dell'agroalimentare e dell'enogastronomia italiana saranno presentate e narrate dalla nascita nella terra madre fino all'arrivo nel piatto e nel bicchiere. Sarà il gusto e il bello del nostro paese, raccontato a tutti i cittadini del mondo.

Fasi del progetto

 
1° metà 2013

Il seme

Nascita dell’idea, prima progettazione e coinvolgimento del territorio.

 
2° metà 2013

IL SOSTEGNO:
la cura dell’idea

Creazione del fondo immobiliare. Selezione degli investitori. Creazione del fondo PAI.

 
2014

LA QUIESCENZA:
lo sviluppo interno dell’idea

Apertura dei bandi di gara e assegnazione dei lavori.

 
2015

LA GERMINAZIONE:
La ricerca delle eccellenze.

Selezione degli operatori dei laboratori e dei partner, progettazione aree verdi, ricovero animali, aree interne produttive e di vendite, completamento nuovo CAAB.

 
Da gennaio 2016

L’ACCRESCIMENTO

Inizio ristrutturazione interna. Messa a dimora delle prime piante.

 
Primavera 2017

LA NASCITA

FICO Eataly World apre, e si dona al mondo.

Una nuova antica esperienza del cibo: divertirsi, riscoprire, imparare, degustare.

Coltivazioni e allevamenti

La fase zero del buon cibo italiano: la materia prima e la sua biodiversità in più di 10.000 mq.

Una grande fattoria in cui campi dimostrativi e allevamenti didattici accolgono le principali varietà di cultivar e razze animali autoctone.

Laboratori

I mestieri della trasformazione. Le migliori aziende italiane all’opera in 40 laboratori.

La lavorazione della materia prima nostrana e la nascita dei prodotti enogastronomici d’eccellenza ad opera dei più grandi Maestri Artigiani del nostro Paese. Il tutto, sotto i vostri occhi.

Mercati e botteghe

Il patrimonio culturale delle botteghe artigiane tradizionali rivive nei 10.000 mq che Fabbrica Italiana Contadina gli dedica insieme al mercato biologico.

Un’area dove degustare i prodotti realizzati in laboratorio, comprarli e partecipare al racconto del produttore.

Ristorazione

Dal campo alla forchetta. Il buon cibo in più di 25 punti di ristoro tra ristoranti tematici e chioschi di street food.

Un luogo dove poter degustare le principali ricette della cucina italiana tra tradizione e innovazione.

Didattica e formazione

Conoscere, imparare un mestiere, divertirsi. 10 aule didattiche dedicate alla scoperta delle filiere agroalimentari.

Percorsi didattici e tour esperienziali pensati per rispondere agli interessi di turisti, gruppi, famiglie, bambini.

Eventi e centro congressi

Un centro congressi di 4.000 mq immerso in un contesto unico agito dalle migliori aziende italiane.

Uno spazio per eventi aziendali come conferenze, meeting e team building, e spazi polifunzionali per accogliere incontri tematici legati al cibo.

Coltivazioni e allevamenti

La fase zero del buon cibo italiano: la materia prima e la sua biodiversità in più di 10.000 mq.

Una grande fattoria in cui campi dimostrativi e allevamenti didattici accolgono le principali varietà di cultivar e razze animali autoctone.

Laboratori

I mestieri della trasformazione. Le migliori aziende italiane all’opera in 40 laboratori.

La lavorazione della materia prima nostrana e la nascita dei prodotti enogastronomici d’eccellenza ad opera dei più grandi Maestri Artigiani del nostro Paese. Il tutto, sotto i vostri occhi.

Mercati e botteghe

Il patrimonio culturale delle botteghe artigiane tradizionali rivive nei 10.000 mq che Fabbrica Italiana Contadina gli dedica insieme al mercato biologico.

Un’area dove degustare i prodotti realizzati in laboratorio, comprarli e partecipare al racconto del produttore.

Ristorazione

Dal campo alla forchetta. Il buon cibo in più di 25 punti di ristoro tra ristoranti tematici e chioschi di street food.

Un luogo dove poter degustare le principali ricette della cucina italiana tra tradizione e innovazione.

Didattica e formazione

Conoscere, imparare un mestiere, divertirsi. 10 aule didattiche dedicate alla scoperta delle filiere agroalimentari.

Percorsi didattici e tour esperienziali pensati per rispondere agli interessi di turisti, gruppi, famiglie, bambini.

Eventi e centro congressi

Un centro congressi di 4.000 mq immerso in un contesto unico agito dalle migliori aziende italiane.

Uno spazio per eventi aziendali come conferenze, meeting e team building, e spazi polifunzionali per accogliere incontri tematici legati al cibo.

Coltivazioni e allevamenti

La fase zero del buon cibo italiano: la materia prima e la sua biodiversità in più di 10.000 mq.

Una grande fattoria in cui campi dimostrativi e allevamenti didattici accolgono le principali varietà di cultivar e razze animali autoctone.

Laboratori

I mestieri della trasformazione. Le migliori aziende italiane all’opera in 40 laboratori.

La lavorazione della materia prima nostrana e la nascita dei prodotti enogastronomici d’eccellenza ad opera dei più grandi Maestri Artigiani del nostro Paese. Il tutto, sotto i vostri occhi.

Mercati e botteghe

Il patrimonio culturale delle botteghe artigiane tradizionali rivive nei 10.000 mq che Fabbrica Italiana Contadina gli dedica insieme al mercato biologico.

Un’area dove degustare i prodotti realizzati in laboratorio, comprarli e partecipare al racconto del produttore.

Ristorazione

Dal campo alla forchetta. Il buon cibo in più di 25 punti di ristoro tra ristoranti tematici e chioschi di street food.

Un luogo dove poter degustare le principali ricette della cucina italiana tra tradizione e innovazione.

Didattica e formazione

Conoscere, imparare un mestiere, divertirsi. 10 aule didattiche dedicate alla scoperta delle filiere agroalimentari.

Percorsi didattici e tour esperienziali pensati per rispondere agli interessi di turisti, gruppi, famiglie, bambini.

Eventi e centro congressi

Un centro congressi di 4.000 mq immerso in un contesto unico agito dalle migliori aziende italiane.

Uno spazio per eventi aziendali come conferenze, meeting e team building, e spazi polifunzionali per accogliere incontri tematici legati al cibo.

 

Vuoi sapere quando aprirà?

Rimani aggiornato su tutte le novità e sull'apertura di FICO.
Insieme coltiviamo l'Italia più buona
Scopri gli attori di progetto

Oscar Farinetti
Fondatore di Eataly

"Sarà un luogo dove i bambini e i giovani di tutto il mondo potranno capire l'immenso patrimonio della propria nazione, una vera e propria scuola italiana dell'agroalimentare che punta ad accrescere la cultura legata al cibo e a far nascere il sentimento di orgoglio nelle nuove generazioni, un posto di contrasti ma anche di collaborazione tra piccole e grandi imprese italiane d'eccellenza."

Tiziana Primori
Amministratore Delegato FICO Eataly World

"L’abbondanza e la varietà rendono unica l’Italia: porteremo dentro FICO Eataly World la grande competenza dei migliori artigiani del cibo e la ricchezza di tradizioni e specialità dei nostri territori."

Andrea Segrè
Presidente del CAAB

"Un sorprendete e unico parco tematico agroalimentare, uno straordinario progetto di educazione alimentare per offrire a tutti i visitatori, italiani e stranieri, e in particolare ai giovani, una grande fattoria didattica che richiama e valorizza le eccellenze dell'agricoltura italiana di qualità: coltura e cultura, storia e futuro, salute e ambiente."

Alessandro Bonfiglioli
Direttore Generale del CAAB

"Un progetto imprenditoriale d'eccellenza, rilevanza internazionale, che crea valore per tutti gli attori coinvolti e una straordinaria opportunità per il nostro Paese."

Paolo Scordino
Amministratore Delegato Prelios SGR

"Il progetto FICO ha già raccolto il consenso e il sostegno di numerosi investitori, offrendo loro la possibilità di partecipare attivamente alla valorizzazione dell'eccellenza agroalimentare italiana. Un esempio di perfetto connubio tra pubblico e privato che rappresenta una grande opportunità per il rilancio del Paese."

Virginio Merola
Sindaco di Bologna

"Un punto d'incontro ottimale tra idee, risorse e soggetti pubblici e privati. FICO sarà un secondo centro della città, in grado di valorizzare un grande spazio pubblico e far fare un salto di qualità alla promozione e l'attrattività turistica di Bologna."
Caab
Prelios
Eataly
Coop
City of Food
Fico

CAAB

Centro Agroalimentare di Bologna è una fra le maggiori strutture di distribuzione all’ingrosso in Italia e opera nel segno di una strategia fondata su innovazione e sostenibilità. Il CAAB include il mercato ortofrutticolo, dove sono insediate 18 aziende grossiste, 5 cooperative che raggruppano 290 aziende e 100 imprese agricole che commercializzano direttamente. Il CAAB è stata la prima struttura in Europa a vantare una certificazione ISO 9000 ed è ancora l’unica ad avere una certificazione di prodotto: è operativo un sistema di monitoraggio igienico sanitario che effettua oltre 100mila analisi chimiche e microbiologiche ogni anno. Il CAAB è alimentato dal maggiore impianto fotovoltaico su tetto in Europa, con potenza pari a 10.500 kWp e produzione energetica di 11.350.000 kWh/anno grazie a 43.750 pannelli solari complessivi per una superficie di ben 100.000 mq.

EATALY

È un gruppo fondato nel 2006 da Oscar Farinetti (e partecipato al 40% da COOP) che opera come catena di distribuzione e ristorazione di prodotti alimentari tipici italiani. Il Gruppo seleziona e distribuisce prodotti di alta qualità forniti da aziende medio piccole del settore enogastronomico, al fine di renderli accessibili a una fetta ampia di popolazione. Inoltre, si propone di incrementare la domanda di prodotti di qualità tramite percorsi didattici per bambini, corsi di cucina, degustazioni. Eataly conta oltre venti punti vendita in Italia e nel mondo.

COOP

Coop Alleanza 3.0 nasce il 1°gennaio 2016 dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense. La volontà di rispondere sempre meglio alle esigenze dei soci, e di offrire loro prodotti e servizi sicuri e di qualità al miglior prezzo possibile, è la motivazione alla base della fusione di tre delle maggiori Coop di consumo italiane in Coop Alleanza 3.0: un'impresa speciale come sono le cooperative, dove i proprietari sono i soci, e la missione è quella di operare nel mercato per portare valore alle comunità in cui opera. Coop Alleanza 3.0 è la più grande cooperativa italiana e una delle più grandi in Europa, con 2,7 milioni di soci, oltre 400 punti vendita dislocati in 12 regioni, 22 mila dipendenti, un fatturato di quasi 5 miliardi di euro e un patrimonio di 2,2 miliardi.

PRELIOS

Prelios SGR si è aggiudicata il bando di gara promosso dal Centro Agroalimentare di Bologna (CAAB) per l'istituzione, la creazione e la gestione del fondo immobiliare PAI riservato a investitori qualificati. Prelios SGR (90% Prelios S.p.A., 10% Intesa Sanpaolo) è la Società di Gestione del Risparmio immobiliare del Gruppo Prelios.

CITY OF FOOD

City Of Food è un progetto finalizzato alla promozione e al coordinamento di iniziative dedicate al cibo; collettore di ricerche, spazi, esperienze, eventi scientifico-culturali e commerciali legati ai temi dell'alimentazione che avvengono nell'area metropolitana di Bologna. City Of Food lavorerà con BolognaWelcome per costruire un comune calendario degli eventi dedicati all'alimentazione, promuovendone direttamente alcuni o proponendosi come aggregatore unico. Elemento distintivo principale sarà quello di far vivere al visitatore una vera e propria immersione nel contesto architettonico, storico, culturale, cittadino e metropolitano attraverso le tematiche del gusto, della sostenibilità e dell'educazione alimentari.

FICO EATALY WORLD

Società partecipata da Eataly Srl, Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop. e Coop Reno Scarl. Si occupa dell'avvio, della gestione e della promozione, in italia e all'estero, del parco FICO Eataly World.

Consiglio di amministrazione

Presidente onorario: Oscar Farinetti
Presidente: Francesco Farinetti
Amministratore delegato: Tiziana Primori
Consigliere: Elio Gasperoni
Consigliere: Nicola Farinetti
Consigliere: Piero Bagnasco
Consigliere: Paolo Bedeschi

Collegio sindacale

Presidente: Elio Di Odoardo
Paolo Giraudo
Giovanni Bosticco
 

Dove siamo

FICO sorgerà nell'area dell'attuale CAAB (Centro Agroalimentare di Bologna), in un piano di riassetto della struttura che ottimizzerà gli spazi destinati alle attività del mercato ortofrutticolo.
Via Paolo Canali n°1 – 40127 Bologna

Rimani aggiornato

 

Come raggiungerci

Dall'aeroporto

Dall’aeroporto internazionale Guglielmo Marconi, prendere la navetta BLQ fino alla stazione centrale di Bologna. Da qui, la linea 35 vi porterà direttamente agli ingressi di FICO Eataly World (fermata CAAB).

Dalla stazione FS

La stazione centrale di Bologna si trova a 30 minuti di autobus da FICO Eataly World ed è collegata agli ingressi di via Paolo Canali 1 dalla linea 35 (fermata CAAB).

Dall'autostrada

Da Firenze, Milano e Ancona: prendere l'uscita "Bologna Fiera" sull'autostrada A14. Immettersi su Viale Europa, e proseguire per Viale Tito Carnacini e Viale Giuseppe Fanin in direzione di Via Paolo Canali.

Da Padova: Uscire a Bologna Arcoveggio e immettersi sulla Tangenziale nord di Bologna in direzione Ancona. Prendere l’uscita 8bis in direzione Granarolo dell’Emilia. Prendere infine Viale Europa e Viale Giuseppe Fanin in direzione Via Paolo Canali.

Candidati come fornitore

Se vuoi candidarti per essere fornitore dell’eccellenza FICO Eataly World, compila il form in questa sezione.