L'inno alla semplicità di FICO Eataly World

L'inno alla semplicità di FICO Eataly World

Il video-racconto di Fabbrica Italiana Contadina

FICO Eataly World si è raccontato, lo scorso 12 dicembre 2016, davanti ad una pienissima Aula Magna di Santa Lucia. Cittadini, operatori di settore, rappresentanti dei media locali e nazionali, politici e istituzioni. Quasi 1000 le persone curiose di ascoltare la strada percorsa da Fabbrica Italiana Contadina dal 2013 a oggi, il presente del cantiere attivo e il tragitto futuro che vede tutto lo staff all'opera, come spiega Primori, per la realizzazione del desiderio bolognese: aprire nel giorno del patrono cittadino, il 4 ottobre 2017.

Sotto la conduzione di Patrizio Roversi, a narrare il progetto sono stati il Rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini, il sindaco di Bologna Virginio Merola, l'Assessore all'agricoltura, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna Simona Caselli, il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, il presidente della Fondazione FICO e del Caab Andrea Segrè, il direttore generale del Caab Alessandro Bonfiglioli, l’amministratore delegato di FICO Eataly World, Tiziana Primori, il direttore generale di Prelios Sgr, Andrea Cornetti, e Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab di Boston e di Carlo Ratti Associati. 

Colonna sonora della serata sono state le artiste della Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna Luisa Tambaro (soprano) e Evgeniya Chislova (mezzosoprano), accompagnate al pianoforte dal maestro Amedeo Salvato.

Intervenuto a fine sessione anche l'ex premier Romano Prodi, seduto in platea, che dice di FICO: "Un progetto unico al mondo, capace di ricreare un rapporto tra le nuove generazioni e le radici del Paese, e tra la gente, e ciò che la gente mangia".

 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere contenuti esclusivi
e novità su FICO Eataly World

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Privacy Policy